Mille Miglia 1993

La Mille Miglia Editrice

Languages English language icon English
Italian language icon Italian
Author Pino Allievi
Photographer Francois Baudin, Luca Bruno, Ercolo Colombo, Vincenzo Giacò, Carlo Orsi
Publishing La Mille Miglia Editrice
Dimensions hardcover, 191 pages, 235 x 338 mm

Uomini e automobili di oggi e di ieri
Men and Cars of Today and of Yesterday

Retrospective yearbooks covering the annual Mille Miglia event. A regularity race for classic and vintage cars. Participation is limited to cars which have competed the original Mille Miglia between 1927-1957, and have been produced prior to 1957. The "thousand mile" route from Brescia to Rome and back to Brescia.

Cover of Mille Miglia 1993, La Mille Miglia Editrice

Table of Contents

English Articles

Page Section Description
3 Index
7 The Organisers The virus from Brescia is as strong as ever

Giorgio Terruzzi


In 1977 the Mille Miglia was reborn thanks to five friends bewitched by a great idea. Beppe Lucchini, Vittorio Palazzani, Costantino Franchi, Gino Daniele, Enzo Ziletti tell us their tales.
15 The Eccentric Giannino Marzotto understated winner

Pino Allievi


He won the Mille Miglia twice and has also become a successful businessman. Always with a view on life and a sense of humor which are unique. A rebel soul, he tells of his relationship with Ferrari. And some of the others.
29 The Great Marques Lancia: Ascari's high note which broke the spell

Alfio Manganaro


In January 1928 Vincenzo Lancia drove the Mille Miglia course and was fascinated. This is how the relationship between Brescia and the Turin marque started, often protagonists, but overall winners only in 1954.
41 The Italy which does not exist When Ghino di Tacco was lord of Radicofani

Manuel Vigliani


A romantic hamlet, embedded in rock, stage for so many motoring duels, and also a site of historic interest. This is the writing of Manuel Vigliani, journalist and poet of the Mille Miglia.
51 Memories of 1933 The triumph of the Alfa badged Ferraris

Gianluca Gasparini


Ten of Portello's cars finished in the first ten places, yet the Milan marque had no works cars. Victory went to Tazio Nuvolari and Decimo Compagnoni with a 2300 V8 with the Prancing Horse symbol.
59 The Gadgets Sought after trophys for collectors

Paolo Mazzetti


The race which "communicated": this is how the Mille Miglia has managed to circulate his image outside Brescia. Now it has become a prestigious logo on many objects. Hard, or impossible to find.
67 The Diary Alesi start the battle with his number zero

Roberto Denti


A very lively Mille Miglia, feisty and controversial, with many drivers taking the lead. From Surtees, to Ferruzzi and Busi with Mussolini's Alfa, the American lady who race in her own.
157 The Winners Bocelli and Vesco a taste of magic

Mario Vicentini


Only two problems during the whole race for the heroes of the 1993 edition. A garage owner and an estate agent, both from Brescia, together in an unforgettable feat.
163 Men & Cars My heart for a Fiat

Silvana Casarotto


Marino Morosini, hotel owner like his partner Francesco Brigante, tells his tale and that of his car, a 508 MM bought and maintained with little money. Also, his commitment to San Patrignano.
171 The City Aristocratic Florence is awaken by a trumpet blast

Saverio Ciattini


A blast and in the light of the dawn here are the racing cars in all their magic. The Tuscan town, yesterday and today, bewitched by its passion for speed. Biondetti and Pintacuda weren't the only ones, there were others...
181 The Passion Clinton sent me here

Sandro Rinieri


Giuseppe Tomasetti, a Milan lawyer, born in Parma and brought up in America, shortlisted for the ambassadorial post in Rome. A man with much experience, who since 1988 is a fixed features of the Mille Miglia.

Italian Articles

Page Section Description
3 Sommario
7 Gli Organizzatori Il virus brescanio continua a colpire

Giorgio Terruzzi


Nel 1977 la Mille Miglia è state fatta risorgere da cinque amici stregati da un'idea geniale. Beppe Lucchini, Vittorio Palazzani, Costantino Franchi, Gino Daniele, Enzo Ziletti ci raccontano e si raccontano.
15 Il Personaggio Giannino Marzotto vincere con distacco

Pino Allievi


Ha trionfato due volte nelle Mille Miglia e si è affermato come imprenditore. Il tutto con uno filosofia ed uno humour davvero insoliti. Spirito ribelle, ci rivela i suoi rapporti con Ferrari. E con gli altri.
29 Le Grandi Case Lancia: l'acuto di Ascari che ruppe l'incantesimo

Alfio Manganaro


Nel gennaio '28 Vincenzo Lancia percorse il tragitto della Mille Miglia e ne rimase affascinato. Cominciò così il rapporto tra Brescia e la marca torinese, spesso protagonista ma trionfatrice assoluta solo nel '54.
41 L'Ialia che non cè Quando a Radicofani passava Ghino di Tacco

Manuel Vigliani


Un borgo romantico, arroccato su una rupe, teatro di tanti grandi duelli motoristici, ma anche una località di interesse storico. Il racconto di Manuel Vigliani, giornalista e poeta della Mille Miglia.
51 Rievocazioni: il 1933 Il trionfo della Alfa col marchio di Ferrari

Gianluca Gasparini


Dieci vetture del Portello si classificarono ai primi dieci posti, ma la Casa milanese non partecipava ufficialmente. Il successo andò a Tazio Nuvolari e Decimo Compagnoni con una 2300 a 8 cilindri col simbolo del Cavallino.
59 I Gadget Le prede ambite dei collezionisti

Paolo Mazzetti


La corsa come "comunicazione": così la Mille Miglia è riuscita a far circolare il suo marchio all'esterno, sino a farlo diventare una prestigiosa griffe per tanti oggetti. Introvabili. O impossibili.
67 La Cronaca Alesi col numero zero dà il via alla battaglia

Roberto Denti


Una Mille Miglia accesissima, vivace, polemica, con tanti piloti che si sono alternati al comando. La "prima" di Surtees, la fatiche di Ferruzzi e Busi con l'Alfa di Mussolini, l'americana che ha corso da sola.
157 I Vincitori Bocelli e Vesco sapore di magia

Mario Vicentini


Due soli guasti nell'arco di tutta la gara per i protagonisti dell'edizione 1993. Un elettrauto ed un immobiliarista, entrambi bresciani, uniti in un impresa indimenticabile.
163 Uomini & Macchine Il mio cuore per una Fiat

Silvana Casarotto


Marino Morosini, albergatore come il suo partner Frecesco Brigante, racconta la sua storia e quella della sua macchina, una 508 MM comprata e gestita con pochi soldi, E poi l'impegno con San Patrignano.
171 La Città Firenze l'aristocratica svegliata dalla tromba

Saverio Ciattini


Uno squillo e, all'alba, irrompevano le auto della corsa magica. Il capoluogo toscano ieri come oggi stregato, dalla passione per la velocità. Non c'erano solo Biondetti e Pintacuda, ma tanti altri...
181 La Passione Scusate signori mi manda Clinton

Sandro Rinieri


Giuseppe Tomasetti, avvocato a Milano, nativo di Parma, cresciuto in America, candidato ambasciatore Usa a Roma. Un uomo dalle numerose esperienze, che dal 1988 è una presenza fissa alle Mille Miglia.
186 Ordine di Partenza
188 Classifica Generale